ISO 9001:2015

ISO 9001:2015

Per Impianti di Cremazione

Grazie alla collaborazione con lo studio dedicato Abaco Ambiente – Studio Professionale Associato ed professionista , Emanuele B., specializzato in certificazioni Iso con esperienza decennale, intendiamo offrirvi, dopo più 2 anni di studio e sviluppo, un prodotto che possa salvaguardare il vostro project ed il vostro impianto di cremazione perché  il certificato di qualità specifica: 

Obbliga ad analizzare gli indicatori rivelando ciò che stai facendo correttamente e marcando invece le componenti migliorabili.

Il lavoro di preparazione alla ISO 9001:2015 dedicato agli impianti di Cremazione NON vuole stravolgere il processo operativo ma migliorarlo ed riportarlo negli estratti cartacei necessari all’ente ergo non implica cambi o stravolgimenti del regolare processo aziendale.

L’obiettivo della certificazione è invece valorizzare ciò che viene svolto correttamente e le strategie adottate per raggiungere i risultati.

L’ offerta è mirata alla preparazione aziendale al recepimento della norma ISO 9001:2015. L’obiettivo è il raggiungimento della relativa attestazione quale espressione di esercizio in regime in qualità nell’attività quotidiana.

Tale certificazione offre i seguenti vantaggi:

  • Tutelarsi nelle possibili controversie che possono insorgere con Privati ed Onoranze Funebri (Es. in caso di errata cremazione, mancato rispetto degli accordi intercorsi con la famiglia o l’impresa, o addirittura ingiusta contestazione del servizio)

  • Apportare un Marchio di qualità all’interno di nuovi / rinnovi Project Financing
  • Limitare gli errori ed ottimizzare i tempi di processo
  • Aumentare la credibilità nei confronti del cittadino, delle onoranze e delle pubbliche amministrazioni
  • Aumentare i vantaggi economici nel medio/lungo periodo (es. ottimizzare i processi, le turnazioni dei collaboratori, gli orari ed i giorni per gli appuntamenti e per le manutenzioni ecc. )

LE ATTIVITÀ

Attività preliminari 

  • Verifica dei requisiti normativi specifici a cui è soggetto il Cliente nella propria specifica situazione concessoria 
  • Sopralluogo presso l’impianto da certificare per analisi fattibilità, studio dei processi, valutazione delle vulnerabilità e dei punti di forza (2 giorni di lavoro – 16 ore totali) 
  • Riunione con tutto il personale che sarà coinvolto nella Gestione Qualità 
  • Elaborazione report e proposte di modifica operativa / documentale 

Attività documentale 

  • Realizzazione del manuale contenente panorama aziendale, obiettivi e propositi per la certificazione, procedure e modulistica 

  • Attività di formazione, audit certificativo 
  • Formazione del personale coinvolto per illustrare procedure e modalità operative in regime di qualità (formazione remota, 1 giorno di lavoro – 8 ore totali), inaugurazione del SGQ 
  • Conduzione della verifica ispettiva interna all’Organizzazione ad un mese dall’inaugurazione del SGQ (1 giorno di lavoro – 8 ore totali) 
  • Compartecipazione all’Audit da parte dell’ente Notificato presso la sede del Cliente e gestione delle eventuali risultanze (1 giorno di lavoro – 8 ore totali) 
  • Specifiche ed esclusioni